Inkalce incontra Carina Fisicaro: “First love yourself”

Sabrina Falanga | 24.04.2019

«Ogni cosa che accade rivela, con il tempo, la sua ragione. Mi fido della vita ora: ho imparato a farlo, un modo di vivere che mi apre alla potenza del cosmo. Quando ti lasci andare all’esistenza, riesci a permettere ai messaggi universali di raggiungerti: poi bisogna interpretarli, comprenderli. Accettarli, soprattutto, Perché questo accade anche con tutto ciò che sul momento ci ferisce e ci fa soffrire».

Carina Fisicaro, 48 anni, con il suo lavoro di Life e Business Coach aiuta le donne a ritrovare se stesse attraverso la riscoperta del loro potenziale, unico modo – spiega lei – perché possano creare il loro successo. «Noi donne possediamo già, nello spirito, ciò che ci serve per riuscire a raggiungere i nostri obiettivi, per realizzare i nostri desideri. A volte il primo ostacolo è capire cosa vogliamo, perché spesso nutriamo sogni fittizi o non siamo consapevoli effettivamente delle nostre volontà».

Consapevolezza: solo il primo passo per Carina, non la soluzione definitiva. «Tra il diventare consapevoli e il mettere in pratica ciò che si è capito, c’è un abisso: quando sappiamo cosa vogliamo, bisogna accettare di farlo arrivare. Non ci rendiamo conto, noi donne, che spesso inconsciamente crediamo di non meritare il bene e così blocchiamo l’abbondanza dell’Universo. Noi chiediamo, il cosmo manda e noi non accettiamo. È complicato permettere a se stesse di essere felici, sembra non essere un nostro diritto ma un qualcosa di cui, poi, sentirsi in colpa. Ecco perché ci ritroviamo a respingere la gioia».

First love yourself: prima ama te stessa. È questo il motto che muove Carina, motto che ha dovuto fare suo prima di poterlo raccontare: «E’ una questione di coerenza: come posso insegnare alle donne a conoscersi e ad amarsi, se prima non lo faccio io? Anche io ho lavorato molto su me stessa per uscire dai meccanismi di sensi di colpa, l’ho fatto regalandomi il tempo necessario per prendermi cura di me, sia fisicamente sia spiritualmente. Ho smesso di limitare le opportunità che l’Universo voleva mandarmi: da quando le ho accettate, le ho riconosciute tutte. La dedica su un libro di un’amica, un incontro: ogni cosa ha ragione di esistere. In ogni parola che diciamo, in ogni frase che pronunciamo, non ci rendiamo conto di raccontare un intero mondo, che ci sta alle spalle e davanti: ecco, attraverso il mio percorso di coaching aiuto le donne a rendersi conto dei meccanismi che le tengono legate al passato e di quelli che le limitano nel loro futuro».

Coaching e Academy targate DonnaON, il progetto a cui Carina ha dato vita trasformando, così, la sua esperienza di vita in un lavoro che ama: «Non sono sola: nell’Academy ci sono donne mentori che aiutano le altre nel percorso di rinascita e di crescita professionale, personale e finanziaria. Un metodo che permette di raggiungere risultati ambiziosi senza sentire il peso e la stanchezza del percorso. Lavoriamo sull’identificazione delle emozioni, veicoli per la conoscenza di se stessi e per la libertà emotiva, frutto di coerenza e armonia interiore».